martedì 1 ottobre 2013

A Trani fra un bacio di dama e un affascinante legionario

Sabato, 28 settembre 2013, presso la libreria Tranilibri,  si è svolta la presentazione di due romance molto intriganti: "L'amore è un bacio di dama" di G. Flumeri ed E. Giacometti e "39 d.C. Marco Quinto Rufo" di A. Vieri Castellano.
Per spirito di cavalleria cominciamo con la "dama" .
Tornata a Roccafitta, il ridente paesino della Toscana dove la mamma possedeva una trattoria, Margherita si adatta a fare diversi lavoretti finché non incontra Nicola, l'imprenditore di cui tutti parlano. Lui è un autentico "pirata", un imprenditore che vuole acquistare le vigne locali per produrre vino su scala industriale. Lei si è appena separata dal marito e per iniziare una nuova vita ha bisogno di lavorare. Si ritrova a fare la cuoca nella villa di lui e allora nella grande cucina della villa qualcosa succederà ...
Una commedia romantica, briosa e divertente, ambientata fra splendidi panorami, con personaggi che bucano le pagine e ti rubano il cuore.
Inoltre, le ricette di Gabriella Flumeri, la "cuoca" di questa simpatica coppia di autrici, che arricchiscono la narrazione, fanno venir voglia di mettersi subito all'opera. La scrittura del romanzo è soprattutto visiva, leggendo si ha come l'impressione che le scene scorrano davanti agli occhi e chissà che da questo delizioso romanzo non venga tratto anche un bel film... già la copertina attira subito l'occhio.
Curiosità: i baci di dama sono dei golosi biscotti alla vaniglia con un cuore di crema alla nocciola che vengono preparati dalla protagonista.
Altre opere di Flumeri e Giacometti sono: Voglio un amore da Soap e Ti domerò disponibili entrambi solo in E book.



E ora veniamo al legionario più affascinante dell'Antica Roma. Ecco la trama:

Il tribuno Marco Quinto Rufo in battaglia è come un lupo selvaggio e feroce. Il suo coraggio conquista subito Caligola, che vede in lui il guerriero che saprà proteggerlo. Gli occhi di ossidiana, i capelli corvini e la fiera prestanza di Marco conquistano invece Agrippina, sorella del divino Cesare, che presto lo avvolgerà nelle spire sensuali e insidiose del suo fascino. Ma non riuscirà a possedere il cuore del tribuno né a tenerlo all’oscuro della congiura che sta ordendo contro l’imperatore. Non c’è nulla che possa scalfire la lealtà di Marco. C’è solo una cosa davanti alla quale è inerme: il Fato. Una profonda inquietudine lo invade al pensiero di ciò che lo aspetta a Roma e non riesce a dimenticare il desiderio impetuoso che ha provato in sogno verso una donna dagli occhi verdi come le foreste germaniche. Lo stesso sogno che ha turbato la giovane Livia, che si prepara al matrimonio con il dolce Settimio Aulo Flacco ...

 
Si tratta del prequel della serie Roma, in cui vengono introdotti i protagonisti dei libri successivi. Se siete appassionati di questa bellissima saga, non potete perdervelo, altrimenti potrebbe essere l'occasione per iniziare a leggere dal principio le avventure del legato Marco Quinto Rufo, un uomo che non ha nulla da invidiare a personaggi cult del calibro di Massimo Decimo Meridio, il valoroso generale che tutti noi abbiamo conosciuto e amato ne "Il gladiatore".

Dopo Roma 40 D.C. Destino d'amore e Roma 42 D.C. Cuore nemico, ritorna l'originale Adele Vieri Castellano con una piccola anticipazione: a novembre sarà pubblicato un nuovo romanzo ambientato nella romantica Venezia di fine '700.
Il titolo è Il gioco dell'inganno e sono sicura che mi stregherà come tutti i libri di questa bravissima autrice.

Un consiglio ai lettori: partecipate numerosi alla presentazione dei vari titoli organizzate presso le librerie della vostra città. Ascoltare gli autori parlare delle loro "creature" è davvero emozionante per i sentimenti che riescono a trasmettere ai presenti.

Infine:

www.adeleviericastellano.blogspot.it  è il sito della scrittrice in cui si possono leggere approfondimenti sui suoi libri  e interessanti articoli sulla civiltà romana.





La splendida cattedrale di Trani




Particolare dell'entrata


2 commenti:

floffj ha detto...

Grazie!

Liliana Fiume ha detto...

Non c'è di che, è stato un piacere.
Ciao
Lily